Incontri invernali: Cinghiale in umido e Quadrupel

Tipico del golosario tradizionale toscano (in specie maremmano), ma non estraneo al costume alimentare anche di altre regioni, il cinghiale in umido è stabilmente tra i primi attori nei menù invernali. Lo è a tal punto da ammettere numerose varianti, sempre però imperniate attorno a una procedura di base nelle cui pieghe è sensato, in questa sede, non addentrarsi; salvo ricordare come, oltre al nostro prelibato suino selvatico e al pomodoro, la schiera degli ingredienti richieda la partecipazione di olio d’oliva; ortaggi in quantità (sedano, carote, cipolle); foglie e bacche di odorosi arbusti mediterranei (rosmarino, alloro, ginepro); spezie (pepe, chiodi di garofano); sale a discrezione del cuciniere; vino aggiunto in corsa a sfumare e ad addensare le trame sensoriali.
via Fermento Birra http://ift.tt/2jrShZh
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s